IntervisteElenco interviste

Raf (Cantante)

Raf

Lui canta, e lo fa bene. Lo fa anche per non dover parlare, non gli piace proprio parlare, lo abbiamo convinto a fatica. E così il suo accento pugliese si sente (lui è di Margherita di Savoia - FG). RAFFAELE RIEFOLI, in arte RAF. Canta fin da quando è bambino e il suo legame con GENOVA è forte grazie anche al fatto che suo padre sotto la lanterna ha lavorato molti anni, come operaio, categoria troppo spesso al centro di fatti di cronaca. Anche per questo, forse, RAF durante il suo concerto al POLITEAMA GENOVESE decide di interrompersi e parlare... ancora... e lo fa sì per mettere l'accento sui troppi incidenti sul lavoro, ma anche per raccontare quanto suo padre gli avesse spiegato dei genovesi: gente sorridente, solare, sempre disponibile e ottimista... Il boato della sala (molte risate) sottolinea come forse il Sig. Riefoli Senior nella sua esperienza genovese sia stato così fortunato da non trovare nemmeno un tipico mugugnone. "Sorridente" e "ottimista" sono aggettivi che, in linea di massima, calzano poco al genovese medio, ma ci prendiamo il complimento più che volentieri. Abbiamo incontrato RAF prima del suo concerto genovese:

G.L.G.: Il tuo tour ha per titolo "METAMORFOSI", cosa significa per te precisamente??

RAF: "Per me METAMORFOSI è una parola chiave dei nostri tempi, per le nuove generazioni, coinvolte da cambiamenti quotidiani enormi, dei quali spesso non riescono a rendersi conto. E mentre scrivevo mi accorgevo che anch'io ero trascinato in un mio mutamento anche personale, che mi ha invitato a riflettere sulla mia vita, su quanto fatto fin ora".

 

G.L.G.: Come hai pensato lo spettacolo al quale si assiste durante il tuo TOUR?

RAF: "Ho pensato dovesse avere caratteristiche teatrali, quindi con delle scenografie che racontassero un po' di me. All'inizio avevo ipotizzato che i musicisti fossero dentro una sorta di guscio, poi ho cambiato idea ed ho optato per le meduse, per la mia passione per il mare e per una resa scenograficamente migliore. "

G.L.G: E poi?

RAF: "E poi, come in ogni concerto che si rispetti ci sono parti diciamo standard, tradizionali, di canzoni fatte con la mia meravigliosa band e altre acustiche. E anche dei momenti in cui sono solo al piano o alla chitarra. E' il concerto più impegnativo che io abbia mai affrontato."

G.L.G.: Hai confessato il tuo amore per il mare, non è una novità se pensiamo alla canzone "GENTE DI MARE" che hai scritto tu. Siamo a Genova, città di mare, tra gli artisti genovesi, ce n'è qualcuno con cui ti piacerebbe o ti sarebbe piaciuto collaborare??

RAF: "Molti, se penso a Fabrizio De Andrè, Ivano Fossati, Gino Paoli solo per fare 3 esempi, sono artisti dei quali ho avuto ed ho grandissima considerazione. La scuola genovese è stata punto d'origine per trenta, quaranta anni, di grandi talenti musicali."

G.L.G.: Fabrizio De Andrè lo hai mai conosciuto?

RAF: "Si, l'ho conosciuto a Milano, ma non ho mai collaborato con lui".

G.L.G.: Dunque nessuna collaborazione mai?

RAF: "In verità con Gino Paoli c'è stato un approccio di collaborazione, ma non è stato mai portato a compimento. Chissà... forse un giorno... ho imparato che nella vita non si può mai dire"

www.guidalocaliguria.it

why men have affairs link redirect
read wife cheated on me husband watches wife cheat
why most women cheat unfaithful husbands married cheaters
go why do married men cheat how women cheat
click here i want an affair redirect
reasons wives cheat on their husbands open read here
reason why husband cheat link
beautiful women cheat read open
why are women unfaithful why are women unfaithful women who cheat on husband
open website where do i get abortion pill

Meteo

Sponsor